Uffici e appartamenti a misura di flessibilità
L’era del coworking sotto le Due Torri

L’esperienza di Crea System e Ugo Bassi Aparments

Leonardo e Giovanni Sant’Unione hanno lanciato e gestiscono le due realtà bolognesi che offrono locali attrezzati ed eco sostenibili

di Giuseppe Catapano
BOLOGNA

Due realtà. Entrambe giovani, sia anagraficamente che nella tipologia di offerta. Giovane, da intendere come innovativa: Crea- System e Ugo Bassi Apartments sono rami d’azienda nati a Bologna rispettivamente nel 2014 e nel 2017. A gestirli ci sono due fratelli, Leonardo e Giovanni Sant’Unione (nella foto, da destra). Il primo è il responsabile di CreaSystem, «realtà che ha introdotto il coworking a Bologna», il secondo guida la Ugo Bassi Apartments, alla quale fanno capo 700 metri quadrati di spazi residenziali suddivisi in 15 alloggi. Nel caso del coworking, la novità introdotta oltre cinque anni fa è in «una soluzione chiavi in mano – spiega Leonardo – per offrire locali-ufficio e postazioni lavoro completamente attrezzate ad aziende e liberi professionisti con vincoli elastici e servizi compresi ». Così come si noleggiano auto quando c’è necessità, «allo stesso modo si possono utilizzare gli spazi per il lavoro. Al cliente chiediamo un canone di abbonamento, occupandoci noi di tutta la parte gestionale. È qualcosa di molto diverso dalla locazione tradizionale». Una soluzione che avvicina Bologna a Londra, Parigi e Milano: quest’ultima è la città alla quale Sant’Unione si è ispirato e nella quale CreaSystem conta di arrivare. «L’obiettivo – dice l’imprenditore bolognese – è offrire lo stesso servizio altrove, perché si stima nel 30% l’aumento della domanda di spazi destinati allo smart working nei prossimi cinque anni. Ci piacerebbe approdare proprio nel capoluogo lombardo ». In quello emiliano tutto è cominciato nel 2014, con una «ristrutturazione integrale dei 3.500 metri quadrati di ambienti business» a disposizione della società (le due sedi a Bologna sono in galleria Ugo Bassi e piazzale Anceschi). I locali vengono consegnati agli abbonati attraverso contratti di servizi «nel rispetto di ogni certificazione – osserva Sant’Unione – e con l’utilizzo di attrezzature e arredamenti eco-sostenibili e made in Italy». Ecco la soluzione chiavi in mano che piace molto alle start-up, ma anche ad aziende affermate, multinazionali e liberi professionisti. CreaSystem mette a disposizione 80 uffici arredati, 250 postazioni lavoro, sale riunione e aree break. Se i servizi compresi nel canone di abbonamento spaziano dalle utenze alla connessione wi-fi, fino al servizio di reception, «i vantaggi sono soprattutto nella possibilità di utilizzare gli ambienti solo per il periodo necessario, a seconda delle esigenze del cliente, nell’opportunità di personalizzare gli uffici e nella certezza dei costi». La realtà bolognese punta a realizzare altri 30 locali nel 2020, «divisi in ambienti coworking e uffici direzionali. Oggi la nostra offerta va dall’ufficio singolo di 14 metri quadrati alle sedi da oltre 500». Dalle richieste della clientela di CreaSystem è nata nel 2017 la Ugo Bassi Apartments «con l’obiettivo – spiega Giovanni Sant’Unione – di rendere la gestione dell’investimento immobiliare- residenziale più dinamica e moderna». Mettendo a disposizione, soprattutto di turisti e persone che arrivano a Bologna per motivi di lavoro, «spazi con ingressi completamente automatizzati, un sistema biometrico di rilevamento delle impronte digitali, l’accesso tramite codice e impianti tecnologici green. In pratica un intero edificio a emissioni zero». Il progetto è ancora in fase di crescita ed «è prevista un’ulteriore espansione nel corso dei prossimi anni che si concretizzerà nella realizzazione di altre unità abitative». L’idea di strutturare un’offerta di questo tipo «nasce anche dalla riscoperta della vocazione turistica di Bologna. Ad attirare persone dall’estero sono l’offerta enogastronomica, la cultura e la storia di Bologna, ma anche la Motor Valley».