SPECIALITÀ DELL’ORTOFRUTTA

Nettarine di Romagna eccellenza col bollino
Forlimpopoli celebra le regine dell’estate

RAVENNA

INSIEME alle tante eccellenze che caratterizzano l’Emilia Romagna e che sono il fiore all’occhiello del made in Italy nel mondo, le pesche e le Nettarine di Romagna IGP meritano un posto speciale: è grazie a loro che è nata la frutticoltura italiana. Regine dell’estate, conosciute in tutto il mondo per lo stretto legame con il territorio che le produce sono coltivate in Romagna dai primi del ‘900 ed il loro successo, negli anni, ha determinato una crescita esponenziale della frutticoltura italiana che oggi è ai vertici produttivi mondiali. Con una novità importante: la campagna 2018 è la prima, per le pesche e Nettarine di Romagna IGP, con le garanzie del Consorzio di tutela. Una conquista e un valore aggiunto che va a rafforzare l’identità del prodotto e a garantirne l’autenticità. «La conquista della tutela – dichiara Paolo Pari, presidente del Consorzio di valorizzazione – è andata di pari passo con segnali di maggiore interesse da parte del mercato. Quest’anno abbiamo realizzato una importante iniziativa di cobranding con Kinder Brioss, grazie alla quale la pesca e nettarina di Romagna è presente in tutti i supermercati anche nel corso della stagione invernale, come ingrediente unico della nota merendina». Le potenzialità per un rilancio, secondo Pari, non mancano, e il Consorzio sta lavorando «a un progetto di promozione che va ad affiancarsi a quello europeo ‘Gusta la Differenza’, che ci vede coinvolti insieme ad altri prodotti ortofrutticoli tipici italiani, dal Radicchio tardivo di Treviso IGP alla Ciliegia di Vignola, passando per l’Asparago verde di Altedo e per la Pera dell’Emilia Romagna IGP, insieme a prodotti tipici di Spagna e Francia».

cheap tricor 145 CON QUESTE PREMESSE, la Nettarina di Romagna IGP non poteva non essere protagonista anche in occasione della Notte Bianca del Cibo Italiano, che, il prossimo sabato 4 agosto a Forlimpopoli, celebrerà la grandezza di Pellegrino Artusi, il padre della cucina italiana, nato, tra l’altro, proprio il 4 agosto 1820. L’Artusi, nel suo celebre ricettario, dedica alle pesche di Romagna quattro preparazioni straordinarie che sono entrate nel vissuto della tradizione gastronomica romagnola, dalle pesche caramellate e ripiene di mandorle e savoiardi alle pesche fritte in pastella o ancora alle pesche in ghiaccio e a quelle sotto spirito.

DAI SUGGERIMENTI di Pellegrino Artusi le preparazioni si sono moltiplicate: un esempio è il gelato alla nettarina di Romagna IGP, proposto e presentato da Carpigiani nel corso dei Tramonti di Vino. Non è finita: le pesche e nettarine di Romagna IGP, nel corso dell’estate, saranno ancora protagoniste anche in spiaggia, con gli appuntamenti di Beach4Eat e numerose tappe di degustazione negli stabilimenti balneari della Riviera. Informazioni: www.beach4eat

Di | 2018-07-31T09:25:42+00:00 31/07/2018|Focus Agroalimentare|