SNAM FIRMA L’ENERGIA PULITA

Dalla logica del cartellino agli obiettivi
«Smart working e assunzioni rosa
leve fondamentali per il successo»

MILANO

L’AZIENDA deve avere un purpose, uno scopo, che sia un po’ più ampio del fare solo profitto. Deve occuparsi di tutti gli stakeholder e non solo degli shareholder, perché deve investire per il lungo termine e non solo pensando alla trimestrale». Una filosofia nella quale Marco Alverà crede fortemente e che cerca di instillare nell’anima di Snam. Perché, spiega, «la differenza tra giocatori di squadra entusiasti e persone poco motivate è tutto per un’azienda e il lavoro principale di un leader è motivare le persone che lavorano con lui». Alverà, 43 anni, il più giovane amministratore delegato del Ftse Mib, ha capito l’importanza del ruolo dei social network per fare comunità e trasmettere i valori aziendali. Non a caso, il suo discorso al TED di Milano ha raggiunto in un anno 1,3 milioni di visualizzazioni sul web. «Il social media diventa anche uno strumento efficace di comunicazione interna – sottolinea il manager –, mi piace sempre incontrare colleghi che hanno scoperto qualcosa da un mio post».

INTANTO è partito anche il progetto di Smart working, coinvolge circa seicento dipendenti che possono lavorare da casa per un giorno a settimana. «Lo vedo sulla mia pelle. Quando viaggio sono quasi più efficace che stando in ufficio e se si lavora bene da casa si migliora il work-life balance», assicura. Insomma, un cambio di paradigma: da una logica di timbratura e controllo a una di obiettivo. Snam, oltre a essere inserita in sei indici internazionali di sostenibilità, è anche una delle sole tre aziende italiane a essere incluse nel Thomson Reuters Global 100 Diversity and Inclusion Index: la percentuale di donne è aumentata del 10% in due anni mentre nel 2018 le assunzioni nelle posizioni corporate sono state per la metà femminili. Non solo profitti, dunque. Il ruolo della governance e l’importanza della diversity diventano leve fondamentali per il successo dell’azienda.

Alessia Gozzi

Di |2019-04-08T10:49:38+00:0008/04/2019|Primo piano|