Il 95% del fatturato si sviluppa
all’interno della grande distribuzione
«Ci scelgono otto famiglie su dieci»

MILANO

IL DADO, ma non solo quello, viaggia in Europa. Soprattutto da quando la storica azienda di Agrate Brianza è diventata una delle punte di diamante di un gruppo internazionale che fattura un miliardo di euro.

Dottor Mariani, da sei anni Star è stata rilevata dal gruppo spagnolo GBfoods, presente con molti brand in 50 Paesi. Far parte di un colosso dell’alimentare come questo è un vantaggio per esplorare nuovi mercati? E quali sono in Europa i mercati più interessanti per Star?

«Io ho lavorato anche nella sede centrale del Gruppo. Quello che accomuna le società è il forte spirito imprenditoriale, e il fatto di voler custodire la tradizione continuando a vendere i prodotti storici che hanno fatto la fortuna dei marchi ma anche dimostrando di saper rinnovarsi, di anticipare i nuovi trend di consumo. Per Star è un vantaggio far parte di un Gruppo come Gbfoods perché questo ci dà molte opportunità dal punto di vista della ricerca, dello sviluppo, dell’innovazione. Il marchio Star è presente in Germania, in Svizzera, Croazia e poi ci sono prodotti fatti ad Agrate che sono venduti sia in Spagna che in Olanda sotto i marchi locali del Gruppo Gbfoods. Far parte di Gbfoods ci permette quindi di andare a vendere i nostri prodotti, penso ad esempio al pesto o ai sughi, anche in altri Paesi».

Il mercato del food è super competitivo. Come tenete botta?

«Diamo valore alla concorrenza che ci spinge a migliorare ogni giorno. Il prezzo è una leva che può essere utilizzata, ma non basta praticare prezzi bassi, bisogna offrire i prodotti a prezzi corretti. Abbiamo la fortuna di avere marchi molto noti ai consumatori, marchi riconosciuti per la loro superiorità in termini di qualità rispetto ai prodotti della concorrenza. Il dato per noi più significativo è questo: nel corso di un anno i prodotti Star arrivano sulle tavole di otto famiglie su dieci».

L’alimentare resta il core business della grande distribuzione. Quanto è importante la GDO per un’azienda come Star?

«Moltissimo. Il 95 per cento del nostro fatturato si sviluppa all’interno della grande distribuzione».

Giuliano Molossi