L’IMPEGNO DEL MONDO BANCARIO

Progetto Z Lab su scuola-lavoro
Intesa Sanpaolo chiama gli studenti
e pensa alla banca del futuro

Francesco Gerardi
MILANO

QUANDO si parla di educazione finanziaria e di diffusione delle conoscenze di base relative ai mercati, agli investimenti, al denaro e alla sua gestione non si può certo prescindere dal coinvolgimento dei giovani. La divulgazione nei confronti del pubblico adulto, infatti, è doverosa e fondamentale per l’oggi, ma va da sé che è dalle nuove generazioni che occorre partire per programmare un domani diverso e migliore. È quello che ha fatto Intesa Sanpaolo con un progetto formativo denominato ‘Z Lab’, un’iniziativa che negli ultimi tre anni è riuscita a coinvolgere qualcosa come 2mila studenti di 90 scuole secondarie in 18 città di tutta Italia. Un’operazione davvero in grande stile, su cui il primo gruppo bancario italiano ha puntato forte, mettendo a disposizione i propri spazi e ben 80 dipendenti che si sono formati specificamente per fare da tutor agli studenti e fornire loro una serie di competenze complementari a quelle scolastiche sulla finanza, il marketing e la creazione di startup.

INSOMMA, numeri notevoli per questo progetto partito nel 2016 e il cui scopo è stato quello di preparare i ragazzi al mondo del lavoro attraverso un’esperienza di apprendimento e sperimentazione in banca, nell’ambito dei cosiddetti ‘Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento’ (ossia l’ex Alternanza scuola-lavoro). «La formazione è uno degli ambiti su cui più è necessario investire per favorire la crescita della società e dell’economia italiana – conferma Rosario Strano, Chief operating officier di Intesa Sanpaolo – Per questa ragione il nostro gruppo si impegna su molti fronti per rafforzare questo elemento cardine dello sviluppo. ‘Z Lab’ è uno dei più completi e apprezzati programmi di formazione per i giovani: lo dimostrano le tante richieste che riceviamo dai docenti e dalle famiglie ». Ma in cosa consiste, in concreto? «Abbiamo dato la possibilità – spiega il manager – a 2mila ragazzi, accompagnati da nostri colleghi, di avvicinarsi a Intesa Sanpaolo per apprendere come opera quotidianamente una banca leader come la nostra, con la complessità di un’organizzazione che conta oltre 90mila dipendenti, e come cambiano le professioni del mondo bancario».

È UNO SCAMBIO bidirezionale? Strano non ha dubbi in proposito: sicuramente sì. «Anche noi, a nostra volta, abbiamo beneficiato di questa presenza: con il loro entusiasmo e le loro aspirazioni gli studenti portano energia creativa negli uffici e una prospettiva diversa ». E adesso? Inizierà il nuovo ciclo: «Circa 500 ragazzi da 25 scuole hanno ora l’opportunità di partire con il nuovo ciclo triennale », conclude il manager. Il percorso ‘Z Lab’, infatti, si svolge per tutto il triennio finale delle superiori coprendo la totalità del monte ore richiesto. Ogni anno è caratterizzato da focus e approfondimenti specifici, teorici e operativi. Particolare è stato, al secondo anno, lo ‘Z Game’: un gioco di educazione finanziaria in cui gli studenti si sono calati nei panni di un consulente finanziario. A uscirne vincitrice è stata la squadra che ha saputo realizzare le soluzioni finanziarie, previdenziali e assicurative più corrette per il cliente assegnato.

IL DIZIONARIO DELLA FINANZA

Rischio Paese

Per rischio Paese si intende, in termini finanziari, la quantificazione dell’esposizione di un Paese straniero all’inadempimento delle proprie obbligazioni finanziarie, a causa di una particolare instabilità politica o sociale, oppure di una situazione economica negativa

Sconto commerciale

Vendita di titoli di credito commerciale, o trasmissione degli stessi come garanzia a chi eroga il prestito, per ottenere denaro contante. Utilizzata come forma di finanziamento aziendale a breve termine. La vendita diretta di titoli di credito commerciale viene chiamata Factoring

Fondi esterni

Fondi immessi in una società, da parte di soggetti esterni, come integrazione del capitale esistente per le operazioni gestionali. Vi fanno parte i prestiti bancari, i fondi provenienti da emissioni di prestiti obbligazionari e gli afflussi di capitale di rischio provenienti da operazioni di venture capital

Stock-picking

Per stock-picking si intende un’attività consistente nella selezione di alcuni titoli rispetto ad altri nell’ambito della costruzione di un portafoglio investito in un certo mercato. Lo stock picking può essere effettuato utilizzando modelli di analisi tecnica e fondamentale

Di |2019-04-15T09:04:47+00:0015/04/2019|Dossier educazione finanziaria|