L’ECONOMIA RESPONSABILE

Italgas, è già cominciata
la rivoluzione tecnologica
Digitalizzazione delle reti
e contatori intelligenti

Paola Benedetta Manca
MILANO

DAL 1837 porta il gas nelle case degli italiani. Italgas è il primo operatore in Italia nella distribuzione del gas e il terzo in Europa: gestisce una rete che si estende per oltre 67.000 km, attraverso la quale, nell’ultimo anno, ha distribuito 8 miliardi di metri cubi di gas a 7,5 milioni di utenze. Il gruppo, comprese le partecipate non consolidate, è titolare di oltre 1.700 concessioni. Con il suo ritorno in borsa, a novembre 2016, è iniziata per il gruppo la svolta sostenibile, con un piano basato su 5 pilastri, il primo dei quali esprime l’impegno a integrare l’approccio sostenibile al business. Ma Italgas procede a pieno ritmo anche sulla strada degli investimenti. Con il Piano industriale 2018-24, sono stati stanziati 5,6 miliardi di euro che verranno impiegati per il consolidamento del settore, nel quale oggi sono presenti oltre 200 operatori. La rivoluzione maggiore, però, è quella digitale. Circa 800 milioni sono destinati alla digitalizzazione, un must per il gruppo, che sta puntando in modo consistente sulla modernizzazione, soprattutto ora che utilizza una tecnologia consolidata.

LA DIGITALIZZAZIONE di Italgas si articola in tre aspetti chiave: innanzitutto la ‘digitalizzazione delle reti’, legata alle nuove tecnologie e alla cosiddetta ‘Internet of Things’ (IoT) industriale, tramite la quale è possibile dare un’identità digitale alla rete: una moltitudine di sensori distribuiti attraverso essa che possono comunicare e interagire tra loro, e con l’ambiente esterno, per fornire informazioni o prendere decisioni: ad esempio regolare alcuni parametri di funzionamento, prevenire i guasti attraverso la manutenzione e individuare ancor più rapidamente le perdite.

IL SECONDO step della digitalizzazione, che procede parallelamente al primo, è il piano di installazione degli ‘smart meters’: i contatori ‘intelligenti’. Nei primi mesi del 2020 sarà completato il piano di sostituzione di tutti i 7,5 milioni di contatori del gas, con altrettanti di ultima generazione. Il terzo ambito investito dalla digitalizzazione è il modo di lavorare dei tecnici di Italgas che, grazie a un iPad, potranno eseguire in mobilità numerose attività. Questa tecnologia, chiamata ‘Gas2Go’, sta portando all’aumento della produttività, alla riduzione dei tempi dei lavori e dell’attività di back office e alla diminuzione dei margini d’errore nella trascrizione dei dati.

Di |2018-11-05T13:50:09+00:0005/11/2018|Dossier Sostenibilità|