LE NOSTRE TASCHE

I consigli ai consumatori di Aduc
«L’informazione è fondamentale
Ecco come ci si tutela dalle truffe»

Francesco Moroni
FIRENZE

«LA PRIORITÀ è informare e sensibilizzare il consumatore: solo così puo’ orientarsi in modo da evitare le truffe finanziarie». Alessandro Pedone è socio fondatore di Tekta, società di consulenza di Aduc (l’Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) per gli investimenti finanziari. È lui a fornire una fotografia del quadro delle truffe e, soprattutto, indicare alcuni preziosi consigli su come evitarle.

Pedone, qual è il vostro lavoro?

«Come associazione di consumatori, il nostro obiettivo è fornire più informazioni possibili, per far sì che le persone evitino di incorrere in situazioni spiacevoli».

E questo come avviene?

«Poniamo l’accento nel dare potere al consumatore. Deve essere in grado di autodifendersi. Ci sono due logiche diverse, ma questa è la nostra».

Che intende?

«C’è il ragionamento tipico dei Caf, che suona come ‘vieni da noi che ti tuteliamo’. E poi ci siamo noi, che lavoriamo per fare in modo che l’utente riesca a tutelarsi da solo».

Attraverso quali canali?

«Quello principale, è sicuramente il nostro sito internet. Qui le persone possono farci delle domande e ricevere risposte dirette e immediate, gratuitamente».

È utile?

«Sì, assolutamente. Attraverso questo sportello-osservatorio ci siamo anche resi conto del numero incredibile di persone che cascano in truffe finanziarie. Spesso anche banali. Si tratta di un migliaio di persone dall’inizio del 2019, per dare una dimensione ».

Per quale motivo?

«I raggiri avvengono sulla base di una combinazione di tanti fattori. Su tutti, sicuramente vince l’ignoranza diffusa in questo settore. Poi, bisogna sicuramente aggiungere la tendenza dell’essere umano a credere in ciò di cui si ha bisogno. Chi vive una situazione di estrema difficoltà o fragilità, è più improntato a fidarsi».

Di che tipologia di soggetti parliamo?

«Veramente di tutti i tipi. È difficile far emergere un dato sugli altri, potrebbe diventare anche fuorviante. Età diverse, professioni diverse, estrazioni sociali diverse. E non vanno esclusi professionisti di alto livello, assolutamente non immuni a questo tipo di truffe».

Di che mole di investimenti parliamo?

«La maggior parte sono sotto i 10mila euro, ma capitano spesso transazioni molto più consistenti, anche di 20, 50 o 100mila euro».

In molti casi, è difficile distinguere una truffa?

«Purtroppo spesso avviene il contrario: ci troviamo di fronte a situazioni in cui è chiaro si sta incappando in una truffa. Ci lascia anche un po’ perplessi che un numero così grande di individui creda a quelli che, molto spesso, sono palesemente dei raggiri».

Oltre a sensibilizzare il consumatore, cosa si puo’ fare?

«Il lavoro è duplice, perché le truffe si costituiscono di due parti: c’è l’inganno vero e proprio, attraverso la prima transazione, e poi c’è quello che a volte diventa anche peggio: fantomatiche associazioni che si offrono di aiutare i consumatori a recuperare i soldi perduti».

Una truffa nella truffa?

«Esattamente, e riesce a fare molta presa, soprattutto dopo che si realizza di aver perso molto. A volte sono gli stessi truffatori, a volte altre agenzie che si inseriscono».

Cosa si puo’ fare?

«Poco, purtroppo: questi soggetti hanno i propri soldi in paradisi fiscali, come le Isole Cayman. E ci sono davvero poche tutele giuridiche. L’unica vera soluzione è non cascare in queste becere truffe».

IL DIZIONARIO DELLA FINANZA

Leva finanziaria

Rapporto tra debiti e mezzi propri (capitale e riserve patrimoniali) di un’impresa. La definizione di leva finanziaria a volte fa riferimento all’uso del debito per migliorare la redditività netta dei mezzi propri di un’impresa, grazie all’effetto fiscale favorevole della deducibilità degli interessi passivi dall’imponibile

White List

Con riferimento al Prestito Titoli gestito da Monte Titoli, è la funzione che permette al prestatore ed al prenditore l’inserimento, la variazione e la cancellazione dei soggetti ai/dai quali si è disposti a concedere o ricevere prestiti. E’ possibile per il titolare della White List modificare il limite di affidamento

Netting

Compensazione concordata di obbligazioni reciproche da parte di soggetti partecipanti a un sistema di liquidazione e regolamento. Il ricorso al netting nel processo di liquidazione e regolamento riduce numero e ammontare delle posizioni individuali da liquidare. Può essere bilaterale o multilaterale

Fair value

Rappresenta il valore intrinseco di un’attività reale o finanziaria (azioni e strumenti derivati). I metodi di analisi fondamentale (Discounted Cash Flow Method, Dividend Discount Model, Economic Value Added, Gordon Growth Model) sono tutti finalizzati al calcolo del valore intrinseco di azioni

Di |2019-07-15T10:44:41+00:0015/07/2019|Dossier educazione finanziaria|