LE NOSTRE TASCHE

Olimpiadi di Economia e Finanza
La scuola avvicina i giovani
ai temi di cittadinanza attiva

ROMA

OLTRE 7.600 studenti di 300 scuole italiane hanno partecipato alla prima edizione delle Olimpiadi di Economia e Finanza. Destinata ai ragazzi dei primi tre anni delle scuole secondarie di II grado, la manifestazione è ideata per avvicinare i giovani ai temi economici, finanziari e di cittadinanza attiva. Le prove proposte ai 13 finalisti hanno riguardato i diversi livelli di padronanza delle competenze di Economia e Finanza, con riferimento anche agli obiettivi di Financial Literacy delle prove Ocse Pisa.

DURANTE l’anno, gli studenti, seguiti dai loro insegnanti, si sono preparati per la competizione grazie alle risorse didattiche e ai numerosi esercizi disponibili sul sito delle Olimpiadi (www.olimpiadi-economiaefinanza.it), elaborati dal comitato tecnico scientifico costituito per l’occasione dalla direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del Sistema nazionale di istruzione, che ha promosso l’iniziativa.

DEL COMITATO hanno fatto parte associazioni disciplinari di categoria e docenti, oltre al ministero dell’Economia e delle finanze (Mef), Banca d’Italia, Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) e Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio (Feduf). L’ultima nata tra le competizioni promosse dal Miur, con la media partnership di Rai Cultura e di Rai Scuola, si è avvalsa della collaborazione del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. La premiazione ha avuto luogo a Trieste nell’ambito della manifestazione ‘La Piazza delle Idee’, dedicata ai temi dell’educazione economica e finanziaria a scuola.

NEL CORSO dell’evento sono stati proposti a studenti e docenti attività laboratoriali, studi e riflessioni riguardanti, tra l’altro: l’educazione finanziaria, la storia dell’economia,le tecnologie didattiche innovative, i serious games e la loro efficacia formativa, lo sviluppo dei processi scientifici tecnici e storici a seguito dei quali un territorio si configura, i rapporti tra città e contesto europeo.

DI PARTICOLARE interesse lo spazio di approfondimento dedicato a Leonardo, inserito nell’ambito delle celebrazioni del cinquecentenario della morte del genio italiano, con una lectio magistralis del professor Gian Arturo Ferrari sul tema: ‘Leonardo da Vinci e lo sviluppo del pensiero scientifico in Europa’


IL DIZIONARIO DELLA FINANZA

In apertura

Espressione usata per indicare l’ordine dato all’intermediario di effettuare un acquisto o una vendita di titoli durante i primi secondi di contrattazione degli stessi. Si tratta di un ordine che se non viene eseguito istantaneamente viene automaticamente cancellato

In chiusura

Espressione usata nel linguaggio borsistico per indicare l’ordine dato all’intermediario di eseguire un acquisto o una vendita di titoli durante gli ultimi trenta secondi di contrattazione. Si tratta di un ordine, date le sue peculiarità, per il quale l’intermediario non può garantire l’esecuzione

Interessi differiti

Titolo obbligazionario che non prevede pagamenti cedolari intermedi prima della scadenza. A livello bancario, questo termine indica l’intervallo di tempo che passa tra il momento nel quale vengono versati dei fondi in un conto e quello in cui questi fondi diventano fruttiferi di interesse

Giardinetto titoli

Espressione gergale che indica l’insieme dei titoli posseduti da un risparmiatore. Secondo le regole della buona gestione, il giardinetto deve essere il più possibile diversificato per ridurre il rischio dell’investimento. La diversificazione, naturalmente, è più ampia disponendo di capitali elevati

Di |2019-06-11T08:45:57+00:0011/06/2019|Dossier Economia & Finanza|