LE ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY

Casa Optima sforna i gelatieri del futuro
Una scuola di alta formazione e ricerca
per anticipare le tendenze del mercato

Paola Benedetta Manca
SAN CLEMENTE (Rimini)

GENUINITÀ. Trasparenza. qualità. Varietà e Sorriso. Sono i valori su cui si fonda MEC3, azienda leader nella produzione di ingredienti per la gelateria e la pasticceria artigianali che l’hanno resa un punto di riferimento per tutto il settore. La mission del gruppo è diffondere la passione per l’arte del gelato artigianale italiano di cui è protagonista in oltre 150 Paesi nel mondo, attraverso una rete capillare di agenti e distributori. MEC3 è stata fondata nel 1984 e, nel 2016, è entrata a far parte di Charterhouse Capital Partners LLP, una delle principali società di private equity in Europa. Nel novembre 2017, MEC3 ha annunciato l’acquisizione di Modecor Italiana – azienda di riferimento a livello europeo nella produzione di decorazioni per pasticceria – alla quale, a maggio 2018, è seguita quella di Giuso Guido – storica azienda specializzata nella produzione di composti per gelateria e pasticceria artigianali – , dando vita, così, a un polo che mira a rappresentare l’eccellenza del made in Italy nei settori della gelateria e della pasticceria a livello globale.

A CONTRADDISTINGUERE il gruppo è la sua capacità di anticipare i trend del mercato. Anche a livello formativo, il suo approccio è estremamente innovativo e internazionale. L’unione delle tre aziende ha fatto sì che il gruppo decidesse di creare una scuola ‘Casa Optima – alta formazione in Sweet Arts’ che ‘sforna’ i gelatieri del futuro. Si tratta di corsi che offrono una formazione trasversale e strutturata su diversi livelli e che sono rivolti a due tipologie di fruitori: professionisti qualificati che hanno come obiettivo quello di potenziare il business e persone che, invece, si avvicinano per la prima volta a questi mondi e vengono aiutati a formarsi delle solide basi. La mission di Casa Optima, però, non è solo di formazione, ma anche di ricercare l’innovazione. Costituisce, infatti, un polo di ricerca e sviluppo in tutte le ‘Sweet Arts’, per anticipare le tendenze del mercato e i gusti dei consumatori di domani. Un fulcro di sperimentazioni che vanno fino alla realizzazione di prodotti finiti, un luogo dove mettere in campo idee e passione. I corsi di Casa Optima sono disseminati in tutto il mondo, attraverso undici sedi: da Rimini a Dubai, da Miami a Shangai, confermando la vocazione internazionale del gruppo.

L’ULTIMA sede, inaugurata in questi giorni, è stata aperta a Santiago del Cile. In Italia ce ne sono tre: a San Clemente (Rimini) dove ha sede la MEC3; Bistagno (Alessandria) dove ha sede la Giuso Guido e nel Varesotto dove ha sede la Modecor Italiana. Le principali materie dei corsi sono: gelateria, pasticceria, decorazioni e beverage che possono essere anche combinate tra loro in pacchetti personalizzati. Tutti i corsi esteri sono tenuti in lingua inglese, per permettere ai corsisti non solo di imparare l’arte del gelato italiano, da Praga a Shanghai, ma anche di viaggiare e di rendere ogni sede un luogo d’incontro tra allievi di varie nazioni, lasciandosi ‘contaminare’ dalle esperienze degli altri partecipanti.

QUEST’ANNO per il gruppo, poi, è arrivata un’altra grande novità. E’ partita la collaborazione con ‘Il Gambero Rosso’, piattaforma professionale d’eccellenza nell’ambito del settore enogastronomico, con la finalità di far conoscere agli studenti di Casa Optima le attività che propone, anche a chi, quindi, non è proprio un addetto ai lavori. I due partner collaboreranno per incrementare le conoscenze nelle aree pasticceria e gelateria, con lezioni frontali e pratiche di laboratorio dedicati al settore Ho.Re.Ca, per formare i futuri professionisti delle ‘Sweet Arts’. I CORSI co-brandizzati Gambero Rosso e Casa Optima si svolgeranno presso le sedi Casa Optima di Rimini, Alessandria, e Varese, e presso le sedi dell’Academy Gambero Rosso di Roma, Torino, Cesena, Napoli, Lecce e Palermo.

Sempre più cibo a domicilio

ROMA

GELATO, pizza, hamburger, ramen e wok sono i piatti più ordinati con la voce «consegna della pizza» a maggio 2019. La domanda (query) «la cena a casa» supera in Italia di quattro volte le ricerche su Google «cena al ristorante». È quanto emerge da un’analisi della piattaforma per la gestione della visibilità online Semrush sulla consegna di cibo a domicilio. Lo studio di mercato, realizzato sulle app di settore più usate, premia in particolare l’applicazione Just eat, che con una media di 555mila ricerche mensili, è l’applicazione più cercata tra i servizi di consegna seguita da Deliveroo con 142.500. L’analisi registra in tutta Italia – spiega una nota – una maggiore diffusione dell’utilizzo delle applicazioni dedicate alla consegna del cibo a domicilio dopo una prima espansione nel Nord con una classifica di ordini di cibo per città che vede Milano leader seguita da Roma, Torino, Bologna e Firenze.

NELLA LISTA delle top 15 quindici città dove le persone ordinano con più frequenza si affacciano anche le località del Sud (Napoli, Lecce e Palermo) smentendo – dicono gli analisti – che il Meridione sia meno digitale del Settentrione.

Di |2019-07-02T07:46:19+00:0002/07/2019|Focus Agroalimentare|