L’ARTE DEL FARMACO

Cultura, arte e bellezza nel Dna
«Il miglior vaccino per difendersi
dagli atteggiamenti antiscientifici»

BOLOGNA

Ingegner Golinelli, Alfasigma è da sempre attenta ai valori della cultura e dell’arte.

«Per noi è un dovere di buoni cittadini contribuire allo sviluppo delle comunità locali, ancor prima che la corporate citizenship divenisse la parola d’ordine delle grandi aziende. Importante il nostro impegno ormai decennale nei confronti del Teatro Comunale di Bologna e della Fondazione Ant Italia Onlus (fondata dal professor Pannuti, che fu peraltro nostro collaboratore della prima ora) e altre importanti istituzioni culturali. Dalla nascita siamo sponsor del Festival della Scienza Medica, che ha portato a Bologna diversi premi Nobel e decine di incontri ed eventi di approfondimento sulla medicina. L’investimento in cultura e diffusione della scienza è il miglior vaccino contro gli atteggiamenti antiscientifici, ultimamente così in voga e rumorosi. Da anni, nei nostri stabilimenti, avviciniamo il personale alla musica e all’arte, garantendo l’ergonomia e portando la bellezza».

Oltre a questo cosa state facendo per i vostri dipendenti?

«Quello che rende grande un’azienda, in qualsiasi settore, sono le persone. Alfasigma sa che il suo vero capitale sono le risorse umane, sulle quali sta investendo tanto non solo per la formazione e la qualifica. Nelle prossime settimane presenteremo un paio di progetti importanti: un nuovo welfare aziendale e il cosiddetto ‘lavoro agile’. Lo smart working è un’ulteriore miglioramento delle condizioni di lavoro e dei benefit offerti ai nostri collaboratori, che usufruiranno di alcuni giorni di telelavoro. Questo per favorire il bilanciamento tra vita privata e vita lavorativa e ridurre i tempi di trasferimento casa-lavoro, andando così incontro alle esigenze delle famiglie e soprattutto di donne, madri e genitori».

Qual è l’identikit del lavoratore sul quale punta Alfasigma?

«Tendiamo ad assumere laureati e diplomati, che costituiscono oltre il 90% di tutte le risorse umane impiegate. Ormai, in questo tipo di produzioni con un processo di altissimo contenuto tecnologico, portiamo tecnici iper-specializzati per garantire qualità e standard FDA ed EMA».

Andrea Ropa

Di |2019-07-02T08:44:39+00:0002/07/2019|Primo piano|