A Fico aperta la mini-fabbrica
per festeggiare i 90 anni
«Una vetrina sul mondo»

CUNEO

PASTE DI MELIGA, krumiri, amaretti, baci di dama, torcetti. Balocco ha festeggia il suo novantesimo anniversario inaugurando, all’interno di Fico Eataly World, il primo sito produttivo decentrato rispetto al quartier generale di Fossano, in provincia di Cuneo, storico cuore pulsante dell’azienda. Quella che i visitatori si troveranno di fronte all’interno del mega parco del cibo inaugurato lo scorso novembre alle porte di Bologna sarà una vera e propria fabbrica ‘in miniatura’, perché realizzata in soli 600 metri quadrati, e ‘in vetrina’ con tutte le fasi produttive visibili attraverso pareti trasparenti. La tradizione del panettone italiano e dei biscotti di pasticceria si sposa con l’innovazione e punta a conquistare anche il mercato internazionale. Negli ultimi dieci anni, Balocco ha investito 63 milioni di euro in tecnologia e ha più che raddoppiato il suo giro d’affari registrando un incremento medio annuo superiore al 10%.

SENZA DIMENTICARE Fossano. «Quest’anno partirà un investimento molto grande – spiega Alberto Balocco –, inaugureremo una nuova ala produttiva per arrivare ad aumentare la superficie coperta da 46 a 60mila metri quadrati. Ci sarà un nuovo settore dedicato alla ricerca e sviluppo e nuove tecnologie per la produzione di bakery da pasticceria». La nuova parte dello stabilimento ospiterà in particolare le linee produttive dedicate ai prodotti per l’export. La fabbrica, 70mila metri quadrati totali, è anche una delle più grandi centrali fotovoltaiche su copertura industriale. Nei primi sei anni di pieno utilizzo (2011-2016) sono stati prodotti 10,5 milioni di Kwh, con una riduzione di 6.600 tonnellate di anidride carbonica.

Alessia Gozzi