McKinsey, corsi gratuiti per 7.500 ragazzi

Il programma Generation torna con nuove opportunità

Addetti alle vendite, programmazione Java/SQL e ristorazione: un pacchetto di lezioni in tutta Italia

di Francesco Moroni
MILANO

Sviluppatori Java, addetti alle vendite e operatori nel settore dell’ospitalità e della formazione. McKinsey & company punta ancora sulla formazione attraverso il programma Generation, un’iniziativa no profit che vuole contribuire a ridurre il fenomeno della disoccupazione giovanile, colmando il divario tra domanda e offerta di lavoro. Sono state così annunciate le nuove classi in partenza a Milano, Roma, Napoli e Venezia, con programmi dedicati a sviluppatori Java, addetti alle vendite e operatori delle strutture ricettive.
Per quanto riguarda il primo profilo professionale, partono proprio in questa giornata i corsi di formazione a Roma e Napoli, mentre le lezioni a Milano prenderanno il via il due dicembre. Un pacchetto formativo di dodici settimane, per otto ore al giorno – da lunedì a venerdì –, finalizzato alla preparazione di operatori con linguaggio Java/SQL e al raggiungimento delle seguenti capacità: programmazione in linguaggio Java e produzione database SQL per lo sviluppo di soluzioni front-end e back-end, analisi e design di modelli UML (Unified Modeling Language), soluzioni Android per mobile.
Ma non solo, perché Generations spazia campi molto diversi tra loro e propone occasioni anche a candidati interessati a diventare addetti alle vendite in ambito retail: elettronica di consumo, abbigliamento, accessoristica, calzature, sport e altro ancora. Il corso ha l’obiettivo di far acquisire ‘skills’ legate al crossselling, up-selling, accoglienza del cliente, gestione delle richieste e utilizzo degli strumenti di lavoro, tra cui cassa e sistemi di pagamento. La durata è di tre settimane, per sei ore ogni giorno, sempre da lunedì a venerdì. Se la classe milanese è già partita la scorsa settimana, il 18 novembre, partono anche in questo caso oggi le lezioni a Roma e Venezia, mentre per partecipare al programma a Napoli bisognerà aspettare il 20 gennaio.
Ci sono poi anche i percorsi preparatori per il settore dell’ospitalità e della ristorazione, rivolti ad addetti di sala, camerieri, banconisti e runner. Le principali competenze tecniche da acquisire a fine corso riguardano il servizio di sala, quello del bar, la gestione delle restrizioni alimentari e degli allergeni, attenzione all’esperienza del cliente e, non meno importante, la gestione del tempo. Il corso ha una durata di quattro settimane, da lunedì a venerdì (otto ore al giorno). Anche in questo caso, sono già iniziate il 18 novembre le lezioni per gli studenti di Milano, mentre partono oggi quelle a Roma e Napoli.
La partecipazione ai programmi è gratuita e i corsi sono rivolti a giovani di età tra 18 e 29 anni, per aiutarli ad acquisire le competenze necessarie a intraprendere carriere sostenibili e per fornire alle imprese i talenti competenti e motivati di cui hanno bisogno. La selezione dei partecipanti avviene sulla base delle attitudini, del potenziale e della motivazione dei candidati ed è dunque aperta sia a neolaureati sia a diplomati, a prescindere dalle materie di studio e dalle specializzazioni. Le lezioni seguono la formula del ‘bootcamp’: attività esperienziali, giochi di ruolo e laboratori. La formazione prevede anche sessioni specifiche per la preparazione dei curriculum e delle lettere di presentazione, oltre a simulazione dei colloqui di lavoro. Al termine del corso, è previsto un incontro con le aziende partner interessate ad assumere.
In Italia, Generation opera da ottobre 2018: da allora sono stati formati oltre 400 giovani e l’80% dei partecipanti ha ottenuto un contratto di lavoro entro quattro settimane dal completamento del corso. I programmi hanno l’obiettivo di formare e accompagnare nel mondo del lavoro 7.500 ragazzi entro i prossimi tre anni.

Metalcastello premia gli studenti più bravi

Il progetto dell’azienda bolognese

ALTO RENO TERME (Bologna)

L’Emilia-Romagna si conferma una regione a trazione ’meccanica’, desiderosa di tecnici. Metalcastello – azienda specializzata nella produzione di ingranaggi per trasmissioni meccaniche che vanno dal settore delle macchine movimento terra fino alle applicazioni navali – ha quindi pensato di premiare gli studenti dell’indirizzo di meccanica e meccatronica che si sono maggiormente distinti nell’anno scolastico 2018/2019. I riconoscimenti sono andati ai più bravi dell’Istituto di Istruzione Superiore ’Maria Montessori – Leonardo da Vinci’ di Alto Reno Terme.
Stefano Scutigliani, Amministratore Delegato di Metalcastello ha così commentato: «Con queste borse di studio vogliamo supportare i giovani volenterosi, che rappresentano un futuro concreto non solo per la nostra azienda ma anche per questo territorio».
L’attività è parte di un più ampio progetto di welfare e formazione fortemente voluto da Metalcastello, volto a valorizzare le risorse e il territorio, trattenendo i giovani talenti nell’Alta Valle del Reno e consentendo così all’area di rimanere fortemente attiva.
Le borse di studio sono dedicate ai due soci fondatori di Metalcastello, Ettore Bettocchi e Mario Pierotti, che hanno fortemente creduto nelle potenzialità dell’azienda e hanno contribuito a farla diventare una delle più importanti del settore manifatturiero internazionale.