FOCUS LOGISTICA E PACKAGING II

Cosmesi, design e moda
Faenza Group scala il mercato
e confeziona emozioni a colori

Sara Servadei
FAENZA (Ravenna)

LUCIDO o opaco, lamine metallizzate e colori sgargianti. Comunque, una confezione che faccia voltare la testa, perché oggi la forma è fondamentale tanto quanto il contenuto, e Faenza Group lo sa bene. Con 80 dipendenti, tre stabilimenti produttivi nella città natale Faenza, a Milano e a Carpi, e sedi commerciali anche a Treviso, Londra, New York, Parigi e Lubiana, il gruppo ha ben presto travalicato i confini locali e ha incontrato gli interessi di grandi aziende della cosmesi, del design, della moda e del lusso in giro per il mondo, lavorando per imprese collocate in Inghilterra, Francia, Stati Uniti, Islanda ed Emirati Arabi.

UN MERCATO scalato a colpi di colori, belli da vedere e da toccare, nei dieci intensi anni di vita dell’azienda, ma soprattutto «grazie a una grande attenzione per le esigenze del momento», come spiega l’amministratore delegato e azionista di maggioranza Claudio Rossi. Tra le tecniche che negli anni hanno attirato l’attenzione delle aziende di mezzo mondo ci sono effetti di finissaggio ‘dual effect®’, con giochi di lucidità e opacità, lamine metallizzate capaci di far girare la testa. E poi il fiore all’occhiello, il ‘Master Italian Printer®’: un kit ideato da Faenza Group in occasione di Packaging première 2018 che permette di migliorare la qualità della stampa offset H-UV, tradizionale e digitale stampando fino a 8 colori HUV – bianco compreso – e consentendo di realizzare anche prodotti con effetti particolari e su qualsiasi supporto col massimo della qualità e senza il cattivo odore tipico della tecnologia Uv. «Lavoriamo soprattutto con aziende medio-grandi – prosegue Rossi – e all’insegna della massima flessibilità per quanto riguarda tempi e tiratura dei packaging. Ultimamente sono particolarmente apprezzati i cartoncini in pura cellulosa o misti con superfici lavorate, materiali plastici ma anche eco-friendly assolutamente senza plastica, a marchio Fsc e Pefc amici dell’ambiente: stiamo lavorando anche a una ricerca top secret proprio su questo tema assieme a un’importante Università italiana, e i risultati saranno presentati nella primavera 2019». Restando invece ancorati al presente, negli ultimi mesi Faenza Group ha fatto parlare di sé per un packaging speciale per un importante cliente italiano dell’area food realizzato a prezzi vantaggiosi, nonostante si trattasse di un prodotto di lusso, grazie all’innovativa tecnologia di stampa H-UV applicata al packaging.

OLTRE oceano, invece, Faenza Group è stata in scena a New York dove ha collaborato col fotogiornalista Mark Condren per il libro ‘Nypd – Behind the scenes with the men and women of the New York City Police department’, con 200 scatti degli agenti che ogni giorno combattono il crimine nella Grande Mela. Infine il 6 novembre scorso è stato lanciato ‘My Time’, il volume edito da Christie’s, la più grande casa d’aste al mondo (www.faenzagroup. com).

Di |2018-11-26T16:36:37+00:0026/11/2018|Focus Agroalimentare|