DOSSIER SIGEP

Carpigiani mette in cattedra il gelato
Chef stellati e grandi pasticcieri
danno lezione al popolo dei golosi

Manuel Spadazzi
RIMINI

IL GELATO salirà in cattedra al Sigep con Carpigiani. La storica azienda bolognese, leader mondiale nella produzione di macchine per la gelateria artigianale, porterà a Rimini l’esperienza della sua università del gelato, con chef stellati e grandi pasticcieri pronti a dare lezione e a incantare pubblico e addetti ai lavori con le loro dolci creazioni. Ma l’appuntamento riminese, in programma da sabato fino al 23 gennaio, sarà anche l’occasione per lanciare la nuova edizione del Gelato festival: un lungo tour internazionale che condurrà alla finale mondiale che si disputerà nel 2021.

UN GIRO del mondo del gelato che toccherà tutti i continenti, proprio come fa, da tanti anni, l’azienda di Anzola dell’Emilia. Che continua a crescere. «Abbiamo chiuso l’ultimo bilancio (dal primo settembre del 2017 al 31 agosto 2018) con un fatturato di 163 milioni di euro, in aumento del 4% – sottolinea Andrea Cocchi, ad del gruppo – Oggi Carpigiani è una realtà con più di 500 dipendenti in Italia e nel mondo e 9 sedi commerciali, e circa 180 distributori sparsi nei vari paesi in cui siamo presenti». E’ l’export naturalmente a fare la voce grossa, in casa della Carpigiani. Circa l’85% del fatturato proviene proprio dall’estero, e «la nostra quota di mercato nel settore della gelateria artigianale italiana è arrivata al 55%».

NUMERI da capogiro, come quelli dell’università del gelato della Carpigiani, fondata nel 2003 e oggi «riconosciuta nel mondo come una scuola capace di formare gelatieri di successo». Nel 2018 la Carpigiani university ha organizzato oltre 400 corsi in dieci lingue diverse, per circa 12mila ore complessive di lezione. I corsi si sono svolti tra la sede principale, che si trova presso lo stabilimento di Anzola dell’Emilia, e le altre 13 sparse nel mondo. L’ultima ad aprire in ordine di tempo è stata quella inaugurata a Bali.

LE ATTIVITÀ della scuola e delle sue speciali divisioni, la Gelato pastry university (che ha sede a Tokyo) dedicata alla pasticceria di gelato, e la Foodservice professionals (ha base a Londra) che porta il gelato nella ristorazione, proseguiranno anche al Sigep di Rimini tra incontri, laboratori e presentazioni nel grande stand allestito dal gruppo, che occuperà più di mille quadrati. Tra gli ospiti più attesi c’è senza dubbio lo chef stellato Davide Oldani, che sarà protagonista di un incontro dedicato proprio al gelato nella ristorazione in programma il 21 gennaio. Direttamente da Tokyo arriverà a Rimini il famoso pastry chef Fabrizio Fiorani, che nel giorno inaugurale del salone, sabato, presenterà il suo libro Tra onirico e reale insieme ad Alessandro Racca (direttore della Gelato pastry university).

MA GLI OSPITI della Carpigiani durante i giorni del Sigep non finiscono qui. A Rimini il 22 ci sarà anche la pastry chef stellata Loretta Fanella, pronta a esibirsi con le sue creazioni tra pasticceria e alta cucina. Lo stesso giorno sarà protagonista un altro indiscusso artista dei dolci, il bolognese Gino Fabbri. Laureatosi campione del mondo di pasticceria nel 2015 con la nazionale azzurra, Fabbri sarà allo stand Carpigiani per presentare i risultati del progetto benefico di pasticceria e gelateria in Mozambico, promosso dal Rotary insieme alla Fabbri 1905 e alla Fondazione Bruto e Poerio Carpigiani.

Torrefazione I maghi del caffè si sfidano al campionato mondiale

RIMINI

FARE il caffè, si sa, è un’arte. E il segreto per un buon caffè parte dalla sua lavorazione. Al Sigep per la prima volta si sfideranno alcuni dei ‘maghi’ della torrefazione provenienti da tutto il mondo con il World coffee roasting championship. E’ una delle grandi novità di questa 40esima edizione del salone riminese dedicato alla gelateria, alla pasticceria e alla panificazione artigianali. Da anni anche il mondo del caffè occupa uno spazio rilevante al Sigep, che quest’anno ospiterà per la prima volta il campionato mondiale itinerante della torrefazione. A Rimini arriveranno alcuni tra i migliori professionisti del settore da oltre 20 paesi: hanno già confermato la loro presenza concorrenti da Brasile, Stati Uniti, Messico, Cina, Giappone, Corea del Sud, Thailandia, Australia, e ancora da Russia, Grecia, Svezia, Polonia, Spagna, Germania, Inghilterra, Svizzera, Turchia e naturalmente dall’Italia.

IL WORLD COFFEE roasting championship sarà protagonista a Rimini dopo aver già fatto tappa in Olanda, Sudafrica, Cina e Brasile. Il campionato prenderà il via da domenica e andrà avanti fino al 23, giorno conclusivo del Sigep. Non sarà l’unica sfida in programma al Sigep, diventato sempre più internazionale anche grazie alle gare che ospita ogni anno. Sabato e domenica, ad esempio, si svolgerà il campionato mondiale juniores under 23 di pasticceria, con squadre di dodici diverse nazioni, Italia compresa. Sempre nella giornata inaugurale di sabato partirà il Sigep gelato d’oro, competizione che servirà a scegliere i maestri gelatieri che formeranno la nazionale italiana che parteciperà – nel 2020 – alla Coppa del mondo della gelateria. Tra le gare in programma anche Sigep giovani, che vedrà (il 23 gennaio) impegnati gli studenti di 22 scuole alberghiere italiane, pronti a sfidarsi in varie prove di gelateria e pasticceria

Di |2019-01-14T10:05:04+00:0014/01/2019|Focus Agroalimentare|