UNA CURA PER IL PAESE

Ricerca, la benzina per correre Investiti 380 milioni in un anno «Bisogna aumentare gli incentivi» PARMA IL MOTORE della crescita della Chiesi si chiama ricerca. L’85 per cento del fatturato è rappresentato da prodotti frutto dell’attività di ricerca. Le aree di studio sono quelle delle malattie respiratorie, della neonatologia e delle malattie rare. Nel centro di Parma 450 persone partecipano a tutte le fasi della lavorazione, da quella di discovery alla produzione dei lotti. Sono una cinquantina i progetti in itinere. Molti farmaci per la cura di gravi malattie sono nati qui. La Chiesi è leader nella terapia delle malattie [...]

Di | 19/12/2017|Primo piano|

UN TESORO DA SFRUTTARE

Il Paese più ricco nel club del patrimonio Unesco «Non diamo valore venale ai nostri siti eccezionali» Olga Mugnaini FIRENZE CHI HA assaggiato la vera pizza napoletana capisce perché recentemente l’Unesco abbia deciso di iscrivere questo tesoro d’Italia nell’elenco dell’Unesco, definendolo patrimonio dell’umanità, anche se bene immateriale. Perché in effetti, non c’è concorrenza. E infatti, sia nel caso di siti e città, o immateriali come l’arte dei maestri pizzaioli, uno dei requisiti per aspirare al «blasone» è proprio l’eccezionalità. In questo campo il Belpaese continua a non avere rivali, svettando in testa a tutti i 108 Paesi rappresentanti dall’Unesco. Con [...]

Di | 19/12/2017|Primo piano|

RECORD MONDIALE

«Sprechiamo le nostre grandi chance Siamo cialtroni, ci salverà solo la pizza» FIRENZE PROFESSOR Philippe Daverio, lei crede che il nostro patrimonio Unesco debba avere un ritorno economico? «I siti Unesco sono un’opportunità. Trasformarli in un dato economicamente utile dipende dalla nostra abilità. Su questo la vedo dura: molti luoghi versano in condizioni complesse e difficili. Il nostro Paese non riconosce più di tanto lo spazio a un impegno nella conservazione». Il nostro patrimonio culturale come fonte di guadagno non può essere un incentivo? «Non ci credo. Vanno fatte alcune considerazioni: l’Unesco, organizzazione mondiale con sede a Parigi e sappiamo [...]

Di | 19/12/2017|Primo piano|

PROTAGONISTI IN VETRINA

Alpitour decolla con i suoi Boeing «Così portiamo gli italiani in vacanza» Giuliano Molossi MILANO C’È UNA COSA che in Italia va bene, il turismo. Dopo anni difficili la gente è tornata a viaggiare. Sono aumentati gli italiani che partono e sono aumentati gli stranieri che arrivano. Per la prima volta dal 2008 il mercato globale dei pacchetti turistici venduti dalle agenzie è cresciuto del 6 per cento. Il giro d’affari delle stesse agenzie (evidentemente non ancora uccise dal web) è salito del 7 per cento. L’industria delle vacanze guarda al futuro con ottimismo. Alpitour, leader di mercato dei tour [...]

Di | 12/12/2017|Primo piano|

ALPITOUR FA VOLARE L’ITALIA

«Il Vietnam è la nuova frontiera L’Albania sarà il boom dell’estate La grande paura è alle spalle» MILANO SI CHIAMA VIETNAM la scommessa Alpitour per l’inverno. Un volo diretto della Neos, la compagnia aerea del gruppo, porterà una volta alla settimana i turisti italiani all’isola di Phu Quoc. Una destinazione nuova, fuori dalle rotte tradizionali, per offrire qualcosa di diverso agli habitué delle Maldive o dei Caraibi. Pare che la nuova meta vietnamita stia suscitando parecchio interesse anche per la possibilità di escursioni sia in Vietnam che in Cambogia da abbinare al soggiorno in spiaggia. «Contiamo molto su questa destinazione [...]

Di | 12/12/2017|Primo piano|

LE AMBIZIONI DI UNA METROPOLI

Il nuovo miracolo a Milano La città ridiventa capitale grazie a un triangolo d’oro Ema, la delusione è passata Luca Zorloni MILANO I PRIMI inquilini arriveranno a gennaio. Il loro ufficio sarà Palazzo Italia, il cubo di cemento mangiasmog che durante i sei mesi dell’Esposizione universale di Milano del 2015 è stato la vetrina del Belpaese. Nelle sale che ospitavano proiezioni dei monumenti più suggestivi del Belpaese e un plastico del Mediterraneo privato dello Stivale si inizierà a lavorare a Human Technopole, il centro della ricerca sanitaria e genetica che il governo Renzi, due anni fa, ha stabilito come l’attività [...]

Di | 12/12/2017|Primo piano|

GRANDI TRASFORMAZIONI

Oltre 6 milioni di metri quadri da costruire «Un giro d’affari da 13 miliardi di euro» Luca Zorloni MILANO ENTRO IL 2020 a Milano si costruiranno 6,2 milioni di metri quadri di nuove case, uffici, negozi e alberghi, per un investimento che Scenari immobiliari, società specializzata in consulenza sul mattone, stima in 12,5 miliardi di euro. Ci sono grandi trasformazioni, come le aree ex Falck a Sesto San Giovanni, un tempo cattedrale dell’acciaio, o il completamento del quartiere Santa Giulia. C’è Milano e c’è la corona dei Comuni che la circondano. Punteggiata da uno o più buchi, aree abbandonate, edifici [...]

Di | 12/12/2017|Primo piano|

PROTAGONISTI IN VETRINA

Il nuovo stile di Diego Della Valle «Basta rancori, tocca all’Italia del fare» Pino Di Blasio CASETTE D’ETE (Fermo) SE PARLI con Toni Ripani, 71 anni, una vita passata nell’azienda, e ti fai condurre nel sancta sanctorum di Tod’s, nel grande magazzino-caveau dove sono custodite le pelli del coccodrillo del Nilo e dell’alligatore del Mississippi, puoi ascoltare Diego Della Valle quando parla di «spirito aziendale», di «filosofia della qualità», di «dovere di restituire qualcosa alla comunità» senza alzare il sopracciglio per lo scetticismo. Se giri tra i tre grandi parallelepipedi bianchi e luminosi, vedi centinaia di persone, giovani soprattutto, progettano [...]

Di | 06/12/2017|Primo piano|

RICUCIRE L’ITALIA

«Arquata aprirà prima di Natale Non sarà un’oasi tra le macerie Colosseo? Restauro modello» CASETTE D’ETE QUAL È la sua visione di restituzione di valore alla comunità? «È racchiusa nel progetto Noi Italiani, una cosa che hanno spacciato per politica. Al contrario, mi piace riassumerla con tre giri di compasso, che hanno l’azienda al centro. Non si tratta di regali munifici, ma di doveri sociali. Quando le imprese vanno bene e generano utili, devono essere a disposizione della realtà aziendale, del territorio dove operano e dell’intero Paese. Il primo cerchio è un welfare aziendale, che comprende anche polizze sanitarie per [...]

Di | 06/12/2017|Primo piano|

UNA VERTENZA NAZIONALE

La fusione dell’Acciaio Italia Ilva «spenta» dai ricorsi Piombino ostaggio di Algeri ThyssenKrupp, addio Terni Maila Papi PIOMBINO UNA TEMPESTA perfetta si è abbattuta sull’acciaio italiano. Se si escludono le aziende del nord che operano con i forni elettrici, tutti i siti storici della siderurgia nazionale, da Piombino a Taranto, da Genova a Terni, sono in crisi grave. Nei casi migliori, vanno avanti tra forti incertezze. In ballo ci sono migliaia di posti di lavoro, più di 20mila. Un settore strategico per l’economia italiana. La filiera dell’acciaio mette in moto oltre il 60% della nostra produzione manifatturiera, la seconda, dopo [...]

Di | 06/12/2017|Primo piano|