QUANDO IL BEL PAESE ERA ALL’AVANGUARDIA

Le memorie di Adriano Olivetti, la fabbrica mito che provò a cambiare l’Italia Cosa resta di quel sogno dall’inviato Achille Perego IVREA GLI EDIFICI dalle grandi vetrate, un pezzo di storia dell’architettura industriale italiana, si affacciano su un lato di via Jervis dopo lo storico stabilimento con i mattoncini rossi, primo insediamento dell’Olivetti fondata nel 1908 da Camillo. E poi diventata grande con il figlio Adriano che volle proprio le grandi vetrate perché si potesse osservare il lavoro degli operai. E loro potessero vedere la bellezza del Canavese. Sull’altro lato del viale (con il cartello vendesi) svetta l’avveniristico ed esagonale [...]

Di | 08/06/2017|Primo piano|

LE PAURE DEL PAESE

«Quella vendita strana a General Electric L’inizio del declino di un’azienda pioniera» MILANO CONOSCEVA BENE Adriano Olivetti. Non fosse altro perché, nel 1958, gli donò una borsa di studio che insieme con quella ottenuta da un altro personaggio che «sapeva guardare lontano» come Raffaele Mattioli, gli agevolò economicamente gli studi universitari. E gli permise, insieme con i suoi meriti personali, di diventare uno dei più importanti storici italiani. E dopo i lunghi anni di docenza prima all’Università di Milano e poi a quella di Torino, a 82 anni ancora oggi Valerio Castronovo insegna Storia dell’impresa e dell’organizzazione aziendale alla Luiss [...]

Di | 08/06/2017|Primo piano|

PROTAGONISTI IN VETRINA

Sol, il gruppo che dà gas alle imprese «Battiamo i giganti nelle cure a casa» Achille Perego MILANO L’ULTIMO riconoscimento lo ha ricevuto qualche giorno fa. Il premio come migliore grande impresa e al primo posto per redditività (il Margine operativo lordo che l’anno scorso ha toccato il record del 23,8% sui ricavi ) della provincia di Monza e Brianza conferito al gruppo Sol nel corso della prima edizione del Premio Industria Felix, organizzato dall’omonima associazione culturale e patrocinato dall’Università Luiss e da Confindustria. Un riconoscimento a quel che è diventata nel corso di novant’anni l’azienda fondata nel 1927 da [...]

Di | 31/05/2017|Primo piano|

«Ossigeno all’economia, Sol sfida i giganti»

Quella corsa a sindaco di Milano Voglia di fusioni in Confindustria «La politica deve dare soluzioni» MILANO CLASSE 1958, Aldo Fumagalli Romario, presidente e ad della Sol, continua ad occuparsi anche di associazionismo industriale, come consigliere di Federchimica, Confindustria e Assolombarda; per quest’ultima si è speso con convinzione affinché avvenisse l’integrazione con l’Unione industriale di Monza e Brianza. Ma oggi, rispetto a un passato che lo ha visto guidare i giovani di Confindustria e vent’anni fa candidarsi nella sfida elettorale per il Comune di Milano (vinta allora da Gabriele Albertini), è più impegnato all’interno dell’azienda che fuori. Anche se l’Italia [...]

Di | 31/05/2017|Primo piano|

L’EPOCA DELLE GRANDI OPERE

Le capitali amano i tunnel Il futuro di Londra e Parigi scavato dalle talpe giganti Il record del San Gottardo Elena Comelli UNA «BANDA DEL BUCO» è al lavoro sotto le capitali d’Europa. Non si tratta di lestofanti, ma di benefattori che scavano tunnel ferroviari per facilitare la vita dei cittadini e migliorare la qualità dell’aria che respirano. A Londra, dalla fine di maggio, cominceranno già a transitare i primi treni della Crossrail fra Liverpool Street, la stazione della City, e Brentwood nell’Essex, a Est della capitale, infilandosi nei tunnel scavati da Jessica e Victoria, due delle otto mega-talpe che [...]

Di | 31/05/2017|Primo piano|

I NUOVI GRANDI TUNNEL

Anche le navi avranno la loro galleria La regina dei trafori resta la Norvegia Elena Comelli TUNNEL SOTTOMARINI, tunnel ferroviari, tunnel per navi. La Norvegia è senza dubbio la regina dei trafori, a partire dalla galleria di Lærdal, con i suoi 24,5 chilometri il tunnel stradale più lungo del mondo, sulla tratta Oslo-Bergen della Strada Europea E16. Primato che verrà presto surclassato da nuove realizzazioni, destinate a battere tutti i record dell’ardimento ingegneristico umano. Il primo cantiere a partire sarà quello dello Stad Ship Tunnel, che darà anche alle navi la loro prima galleria, esattamente come per le auto o [...]

Di | 31/05/2017|Primo piano|

PROTAGONISTI IN VETRINA

Beretta, in canna altri colpi mondiali «Laser e visori: il futuro delle armi» BRESCIA  «NON si sta alla finestra, o ci si allarga e si entra in una prospettiva globale e internazionale o alla fine un’azienda rischia di entrare nell’ottica della cessione». Fidatevi di Pietro Gussalli Beretta. Presidente e Amministratore Delegato della Beretta Holding che controlla le 26 società del gruppo bresciano e che ha fatturato nel 2016 680 milioni di euro, sa di che cosa parla quando mette insieme l’espansione all’estero con il controllo di una azienda familiare. Gli basta indicare l’albero genealogico appeso alle sue spalle, nella storica [...]

Di | 24/05/2017|Primo piano|

«Da cinque secoli il mondo nel mirino»

«Ubi Bancadeve creare valore Goodbank,un’ottima mossa on è stato facile dire no a Mps» BRESCIA LE ARMI sono una passione e una tradizione di famiglia. Ma Pietro Gussalli Beretta si muove anche su un altro campo: la finanza. Vice Presidente del consiglio di sorveglianza di Ubi Banca, è uno dei soci di riferimento dell’istituto di credito bresciano al centro del risiko bancario avviato oltre un anno fa con la riforma delle popolari. Di Ubi si era parlato più volte come possibile salvatore di Mps – operazione che l’ad Victor Massiah e il cda hanno stoppato. Poi il ruolo con le [...]

Di | 24/05/2017|Primo piano|

IL FUTURO DEI TRASPORTI

Anas-Fs, le nozze dell’anno Nasce il supergruppo da 75mila dipendenti e 10 miliardi di fatturato Alessia Gozzi ROMA DAI SONNACCHIOSI treni a vapore all’alta velocità, duecento anni di progresso hanno plasmato il nostro modo di spostarci. Per divertimento, per lavoro, per necessità. «Nell’oggi cammina già il domani», diceva il poeta inglese Coleridge. E l’oggi dei tempi moderni ha una parola chiave: mobilità intermodale, che significa accompagnare il viaggiatore dalla porta di casa alla destinazione finale. Concetto che le Ferrovie targate Mazzoncini hanno cercato di interpretare nel piano industriale 2017-2026, con gli autobus a lunga percorrenza e, soprattutto, con le nozze [...]

Di | 24/05/2017|Primo piano|

OPERE PUBBLICHE

La rivoluzione delle strade smart Armani: «Sugli appalti cambia tutto»» ROMA INNOVAZIONE, tecnologia, efficienza. Dopo Terna, Gianni Vittorio Armani vuole fare di Anas un’altra storia di successo. Da presidente, ha ereditato una società in crisi e la sta rivoltando come un calzino con l’obiettivo di trasformarla in un’azienda gioiello. Step cruciale le nozze con Ferrovie, funzionale ad attivare investimenti per 16 miliardi. Riguardo al nodo dei contenziosi, è netto: «I 700 milioni stanziati bastano a chiudere il capitolo». Mentre sul contratto di programma di investimenti incalza il governo a «fare presto» per non bloccare i cantieri. Presidente, che azienda porta [...]

Di | 24/05/2017|Primo piano|