L’AFFARE DELL’ENERGIA

Api vola su TotalErg ora è leader in Italia «La stazione di domani a misura del cliente» Pino Di Blasio MILANO HA APPENA comprato 2.600 stazioni di servizio, diventando il più grande player negli impianti di distribuzione in Italia e il secondo per carburante erogato, e già disegna la stazione del futuro. Sempre più automatica, semplice, con tanti servizi e le colonnine per le auto elettriche. «Quello che diventa importante in Italia, oggi - afferma Daniele Bandiera, amministratore delegato di Api - è il processo di ristrutturazione della rete, che deve guardare alla mobilità del futuro. I prerequisiti di base, [...]

Di | 15/11/2017|Imprese|

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Gli occhi elettronici ora vedono la qualità «Sarà una rivoluzione» Giuseppe Catapano MANTOVA UNA LAUREA in fisica? Traguardo ambizioso, a portata di cervelloni. Diventare direttore d’orchestra? Difficile, ci vogliono talento, energia, passione e tanta competenza. Fare l’imprenditore, magari di successo? Complicato, soprattutto oggi. Chiunque, raggiunto uno solo dei tre obiettivi, non faticherebbe a definire il suo percorso ben riuscito. Ma c’è chi ha fatto di più: li ha raggiunti tutti e tre. In giro c’è un abile imprenditore che è direttore d’orchestra e laureato in fisica: Claudio Sedazzari, 46 anni, presidente e fondatore dell’azienda mantovana Opto Engineering. Una realtà giovane, [...]

Di | 15/11/2017|Imprese|

LA CREATIVITÀ AL POTERE

Fiorucci, la fantasia a forma di jeans Stilista che rese pop il Made in Italy Ascesa e caduta di un ex pantofolaio di GIUSEPPE TURANI CHI OGGI ha più di trent’anni probabilmente non ne ha nemmeno mai sentito parlare. Eppure è stato un personaggio che ha segnato, a suo modo, la storia del costume italiano e internazionale. E questo prima dell’esplosione del Made in Italy e degli stilisti. Non è mai diventato il re di niente e non ha mai avuto una copertina su Time. Ma ha lasciato un segno, una traccia del suo passaggio. Elio Fiorucci è stato tante [...]

Di | 15/11/2017|Imprese|

LA NUOVA VITA DI UN MARCHIO STORICO

Venchi prepara lo sbarco negli Emirati Il dolce successo del cioccolato «Lo stile Italia è la carta vincente» Alessia Gozzi CHI NON vorrebbe avere una fabbrica del cioccolato? Aggiungeteci l’arte della lavorazione artigianale del cacao e un tocco dimade in Italy e il sogno si trasforma in realtà. Non aveva ancora 30 anni, Daniele Ferrero, quando nel 1998 rilevò assieme ad un gruppo di giovani soci il marchio Venchi, storico brand piemontese finito nel cassetto, e aprì uno stabilimento nel Cuneese. Il gruppo, di cui Ferrero è presidente e amministratore delegato, oggi è una realtà di 600 dipendenti, con 88 [...]

Di | 10/11/2017|Imprese|

‘DECOLLO’ INTERNAZIONALE

Lo spot trova nuovo spazio nei portaoggetti dei terminal «E ora spicchiamo il volo negli scali di tutto il mondo» Francesco Gerardi MILANO DAVANTI ALLE buone ideela reazione è sempre la stessa: sembra incredibile che qualcuno non ci abbia pensato prima. È il caso di One.Tray, società di giovani italiani nata nel 2014 e che ora si sta affermando per aver reinventato un oggetto che finisce nelle mani di milioni di persone tutti i giorni: le ceste portaoggetti dei controlli di sicurezza aeroportuali. Dopo aver conquistato 18 scali nazionali, One.Tray si è appena fatta notare e scegliere da Endeavor – [...]

Di | 10/11/2017|Imprese|

LA RIVOLUZIONE DEGLI ELETTRODOMESTICI

Vittorio Merloni, cavaliere del Bianco Il fiuto di un imprenditore di provincia che scalò i vertici di Confindustria di GIUSEPPE TURANI FABRIANO (Ancona) QUANDO se n’è andato, dopo una lunga malattia, un po’ più di un anno fa, un picchetto dei ‘suoi’ operai di Fabriano ne ha accompagnato la bara fino al cimitero. Hanno chiesto e ottenuto di poter rendere questo ultimo omaggio a un uomo che è stato molto per tutti loro. Vittorio non era solo simpatico e modesto, è stato un diavolo di imprenditore: nel 1960 prende in mano le redini dell’azienda paterna di distribuzione di bombole di [...]

Di | 10/11/2017|Imprese|

IL NUOVO CORSO

Cns, il consorzio volta pagina dopo le scorie del caso Consip «Entreremo nel mercato privato» Giuseppe Catapano BOLOGNA FUTURO. È la parola più ricorrente nella sua analisi. Non potrebbe essere altrimenti: Alessandro Hinna è l’uomo del futuro. Quello di Cns, il Consorzio nazionale servizi con sede a Bologna che si è trovato coinvolto nell’affaire Consip. Un maxiappalto da 2,7 miliardi (Fm4), l’Anac che pone l’attenzione sulla possibilità di un ‘cartello’ tra aziende per spartirsi i lotti principali della gara, l’esclusione dal bando insieme a Romeo e Manutencoop Fm, con quest’ultima, proprio insieme a Cns, accusata di aver fatto ‘cartello’ in [...]

Di | 27/10/2017|Imprese|

I PROTAGONISTI DEL CAPITALISMO ITALIANO

Caprotti, l’inventore dei supermarket Dalla scommessa con Rockefeller alla dynasty per le azioni Esselunga di GIUSEPPE TURANI MILANO GERMANA CHIODI è diventata famosa perché il suo datore dilavoro (permezzo secolo) nel testamento le ha lasciato la bella somma di 75 milioni di euro. E questa è solo una delle tante stramberie di un personaggio straordinario, non facile, in lite praticamente con tutti, che ha inventato la grande distribuzione alimentare in Italia: Bernardino Caprotti, creatore e patron della ‘Slunga’. Nel corso degli anni l’ha allargata e l’ha fatta diventare quasi un’istituzione, un colosso. È stato tanto determinato nel farla crescere quanto [...]

Di | 27/10/2017|Imprese|

LE AZIENDE DI SUCCESSO

Bolaffi, l’arte della migliore offerta «Il collezionismo è un business L’oro all’asta fa numeri record» Viviana Ponchia TORINO SUO PADRE Alberto lo chiama «il killer che ha studiato in America». Filippo Bolaffi, 43 anni, da quattro è al timone della storica casa d’aste torinese nata sui francobolli e le monete nel 1890. Nel 2016 ha fatto macinare al gruppo un fatturato di circa 40 milioni di euro. Orchestra un organico di 130 collaboratori, quattro negozi (a Torino, Milano, Roma e Verona) e una rete di agenti in tutta Italia. È la quarta generazione dei signori del collezionismo. Ha vissuto e [...]

Di | 19/10/2017|Imprese|

IL PRESIDENTE ILKER AYCI

Turkish Airlines porta a bordo il jet set «Puntiamo sulla clientela business E l’Italia è una delle mete più amate» Pierluigi Masini ISTANBUL MORGAN Freeman, faccia in primissimo piano e voce profonda, parla da una poltrona d’aereo di «allargare il mondo». È lo spot di quest’anno della Turkish Airlines, proiettato la sera del SuperBowl in quattro continenti e visto da oltre 800 milioni di persone. Una strategia di affermazione globale quella della compagnia di bandiera turca, per il 49% dello Stato e per il 51% di investitori internazionali, quotata in Borsa, che vanta il maggior numero al mondo di destinazioni [...]

Di | 12/10/2017|Imprese|