UN SETTORE DOMINATO DAI COLOSSI

Concimi, sementi e fertilizzanti Si chiude la stagione delle nozze Le multinazionali sono più forti MILANO UN SETTORE complesso quello dell’agrochimica. Il mercato globale è guidato dalle multinazionali, tra i quali le nozze sono diventate ormai una regola. Si calcola che le prime dieci imprese dell’agrochimica detengano il 95% del mercato. Tra i nomi noti Syngenta (23% di quota di mercato), la Bayer CropScience (17%), la Basf (12%), la Dow AgroSciences (9,6%) e Monsanto (7,4%). Colossi da miliardi di euro, alcuni dei quali si sono uniti per sfruttare al massimo le economie di scala. I poli sono, di fatto, tre. [...]

Di | 2018-02-28T08:25:53+00:00 28/02/2018|Focus Agroalimentare|

VENDITE IN CONTINUA CRESCITA

Spezie e aromi sono un affare Le multinazionali mettono il sale sul business globale dei sapori Andrea Bonzi ROMA UN BUSINESS saporito. Il mercato di sale e spezie – pur molto segmentato, visto che copre tipologie di prodotti di origine diversa – ha volumi interessanti e una crescita che aumenta di anno in anno. Parrebbe una ovvietà, pensando ai miliardi di persone che, ogni giorno, conservano e insaporiscono i propri piatti con essenze di origine vegetale e minerale (nel caso del sale), ma i numeri fanno comunque effetto. Secondo il centro di ricerca americano Tranparency market research, il mercato globale [...]

Di | 2018-04-09T10:25:52+00:00 20/02/2018|Focus Agroalimentare|

UN BUSINESS PICCANTE

Cannamela, fatturato triplicato Da Bologna al resto del mondo Il tappo oro conquista il mercato BOLOGNA LA STORIA delle spezie in un vasetto. Dal tappo color oro. È la confezione uno dei tratti distintivi di Cannamela, azienda leader del mercato spezie ed erbe aromatiche. Nata a Bologna nel 1956, Cannamela è stata comprata nel 1995 dal Gruppo Montenegro, un player al 100% italiano, che è entrato così in un settore in cui le multinazionali la fanno da padrone. Nonostante ciò, il brand Cannamela, una delle punte di diamante della Divisione Food del gruppo, ha saputo ritagliarsi un suo spazio e [...]

Di | 2018-04-09T10:25:52+00:00 20/02/2018|Focus Agroalimentare|

LO SHOPPING DELLE MULTINAZIONALI

Giotti e Drogheria & Alimentari Le spezie della Toscana in mano al colosso americano McCormick Fabrizio Morviducci FIRENZE PER L’ASSALTO al mercato europeo, la multinazionale Usa delle spezie e degli aromi McCormick & Company ha cercato casa in Italia. E l’ha trovata i Toscana, attraverso l’acquisizione di due aziende solide per il mercato nazionale, dando loro prospettive di crescita. La prima è stata quella di Drogheria & Alimentari. L’ultima in ordine di tempo è quella di Giotti, azienda che già prima del passaggio sotto il brand americano, aveva in pugno il mercato italiano e una fetta di quello europeo degli [...]

Di | 2018-04-09T10:25:52+00:00 20/02/2018|Focus Agroalimentare|

PESO DELL’EXPORT MONDIALE

Confetti, un’antica dolcezza Non ci sono solo le cerimonie per la specialità nata nei borghi ROMA UNA DOLCEZZA antica. Per alcuni storici, il confetto affonda le radici addirittura in epoca romana, ai tempi dell’imperatore Tiberio. Già in origine erano utilizzati per celebrare occasioni importanti: non essendo stato ancora scoperto lo zucchero, si usava il miele e si produceva un composto dolce, fatto di miele e farina, che avvolgeva la mandorla. Per altri, la storia di questa prelibatezza inizia nel XIII secolo: i mercanti di Venezia portarono dall’Impero bizantino mandorle (ma anche anici e semi di coriandolo) ricoperti da uno strato [...]

Di | 2018-02-12T17:31:34+00:00 12/02/2018|Focus Agroalimentare|

LA CAPITALE DEI CONFETTI

Da Sulmona alla vetrina di Fico L’ascesa dei bon bon Di Carlo «Obiettivo: il mercato globale» SULMONA (L’Aquila) DALLE mandorle tostate e ricoperte di cioccolato bianco al rum ai chicchi di caffè con cioccolato fondente, dai confetti al liquore a quelli alla frutta, passando per confezioni regalo e torroni. La William Di Carlo sa unire tradizione e innovazione. Tradizione, perché la storia dell’azienda di Sulmona ha radici antichissime: è il 1833 quando nasce una piccola realtà frutto dell’unione di due famiglie di noti confettieri e pasticcieri, i Marcone (1833) e i La Civita-DiCarlo (1860). Innovazione, perché la William Di Carlo [...]

Di | 2018-04-09T10:25:54+00:00 12/02/2018|Focus Agroalimentare|

I SEGRETI DELLA FORMAZIONE

Foragri, una spinta ai giovani «Il lavoro nei campi è smart Ora si usano droni e computer» Andrea Bonzi ROMA «L’AGRICOLTURA 4.0è il futuro. E soprattutto può diventare uno sbocco interessante per migliaia di giovani in cerca di lavoro». Punta alla concretezza, Stefano Bianchi, presidente di Foragri, illustrando il fondo da lui diretto che ha come mission il finanziamento di corsi di formazione continua per gli addetti in agricoltura. Oltre centomila le aziende iscritte a Foragri, la maggior parte piccole ma «con alcune eccellenze assolute, magari leader nei rispettivi settori, dagli allevamenti alla produzione vitivinicola, passando per quella di frutta [...]

Di | 2018-02-12T17:24:59+00:00 12/02/2018|Focus Agroalimentare|

OLTRE 23MILA ATTIVITÀ

La tazzina conquista l’Europa Il balzo del modello Starbucks sveglia le big della torrefazione MILANO UNA TAZZINA che vale oro. La domanda di caffè ordinati al bar aumenta di anno in anno: nel 2017, il numero dei negozi dedicati alla bevanda più apprezzata dagli italiani (il 97% dei nostri connazionali ne beve in media una tazzina e mezzo) è cresciuto in Europa del 6,4%, arrivando a 23mila negozi. Lo dice lo studio Project café 2018 Europe, elaborato dall’Allegra world coffee portal, e diffuso nei giorni scorsi da Mediobanca. La ricerca ritrae l’evoluzione del numero di coffee shop nei 25 principali [...]

Di | 2018-04-09T10:25:55+00:00 07/02/2018|Focus Agroalimentare|

AZIENDE IN CRESCITA

Mokador, filiera made in Italy La qualità non è un optional Accademia per formare i baristi FAENZA (Ravenna) PROTAGONISTA anche al Sigep. Mokador, marchio leader nella torrefazione che l’anno scorso ha festeggiato i 50 anni di attività, era presente all’ultima fiera alimentare di Rimini, dove i riflettori si sono accesi sul comparto del caffè. L’azienda faentina guidata dall’Ad Matteo Castellari è stata tra le prime ad approcciare il mercato delle capsule e delle cialde e oggi – dopo aver acquisito la romagnola Sacao (nel 2007) e la modenese Caffè Gualtieri (nel 2011) – conta due stabilimenti in Romagna che lavorano [...]

Di | 2018-04-09T10:25:55+00:00 07/02/2018|Focus Agroalimentare|

LE GRANDI MANOVRE

Lavazza, la campagna di Francia Un risiko a colpi di capsule E Parigi si scopre più italiana MILANO LE CAPSULE al posto dei piccoli carri armati colorati; il mercato globale del caffè al posto della cartina geopolitica del mondo. La partita di risiko nel settore della torrefazione è iniziata. E a giocare un ruolo di primo piano c’è Lavazza, multinazionale torinese del caffè. La strategia, proprio come nel gioco da tavolo, è la conquista di un marchio dopo l’altro nei Paesi strategici. Dopo l’acquisto della danese Merrild e quella della francese Carte Noire, leader del mercato d’Oltralpe (per 700 milioni [...]

Di | 2018-04-09T10:25:55+00:00 07/02/2018|Focus Agroalimentare|