IMPARARE A GESTIRE IL DENARO

La professoressa che insegna a investire «L’Italia paga cara la sua ignoranza Un piano nazionale su web e media» Francesco Gerardi MILANO «LA FINANZA è importante e l’ignoranza ha dei costi. Tangibili, reali. Il problema è come vogliamo pagarli, se prima o dopo. È un po’ come nella salute: se uno non si cura, ci saranno conseguenze. Vogliamo dover tagliare la gamba o vogliamo fare prevenzione?». Pesa bene le parole, Annamaria Lusardi, la vestale dell’educazione finanziaria, o alfabetizzazione, come preferisce chiamarla: «L’inglese ‘financial literacy’ rende di più. In passato serviva imparare a leggere e scrivere per operare in società, oggi [...]

Di |2018-04-09T16:12:09+00:0009/04/2018|Finanza|

LA NUOVA FASE DEL CREDITO

Banche, matrimoni rimandati Cacciatori e prede impegnati a rimettere i conti a posto Pino Di Blasio  MILANO PER QUANTO i mercati intonino la Marcia nuziale di Mendelsshon, nonostante fondi e istituzioni europee facciano pressioni per irrobustire le dotazioni patrimoniali degli istituti, il 2018 non sarà un anno di matrimoni tra le banche italiane. Non sono mature le condizioni per celebrare altre nozze, la campagna di «merger and acquisition» dovrà aspettare che le potenziali prede migliorino la loro dote matrimoniale, per essere più appetibili, e gli eventuali cacciatori finiscano di assorbire e digerire le acquisizioni precedenti, prima di rimboccare il sentiero [...]

Di |2018-03-27T16:08:15+00:0027/03/2018|Finanza|

LA STAGIONE DEGLI AUMENTI DI CAPITALE

Creval supera la boa dell’aumento Acque agitate nel board di Carige Mincione vuole un posto a tavola Camilla Cresci MILANO IL CREDITO VALTELLINESE ha quasi superato quella che sarà ricordata come la maggiore sfida della sua storia. La banca di Sondrio ha chiuso l’aumento di capitale da 700 milioni, necessario per la vendita dei crediti deteriorati. Le adesioni si sono fermate a 582 milioni, circa l’83% dell’offerta, un traguardo in linea con le aspettative del consorzio di garanzia per un’operazione dal fortissimo effetto diluitivo. Se infatti da un lato la banca ha dovuto fare i conti con la correzione dei [...]

Di |2018-10-02T09:24:41+00:0012/03/2018|Finanza|

LE ATTESE DI SIENA

Il Monte dei Paschi di Stato non teme il verdetto delle urne  «La guida è il piano industriale» Francesco Meucci SIENA UNA PERDITA da 3,5 miliardi di euro dovuta essenzialmente alla vendita (4 miliardi) dei crediti in sofferenza, come imposto dal piano di risanamento concordato con l’Europa. È questo il dato più eclatante del bilancio 2017 del Monte dei Paschi, il cui schema è stato approvato nell’ultima seduta del cda di Rocca Salimbeni. A far da contraltare c’è il netto miglioramento dei coefficienti patrimoniali: il common equity tier 1 ratio si è attestato al 14,8%, rispetto all’8,2% di fine 2016 [...]

Di |2018-10-02T09:24:41+00:0006/03/2018|Finanza|

LE ULTIME MANOVRE SULLE BANCHE

Colpi di scena sotto la Lanterna Mincione si fa largo in Carige nel duello Malacalza-Fiorentino Camilla Cresci GENOVA CARIGE non smette di riservare sorprese. Dopo il serrato botta e risposta tra il primo azionista Vittorio Malacalza e l’amministratore delegato Paolo Fiorentino, la scorsa settimana è uscito allo scoperto un nuovo protagonista delle tortuose vicende della cassa genovese: Raffaele Mincione. Il finanziarie napoletano è infatti diventato azionista con oltre il 5% del capitale, una quota che oggi ne fa uno dei player più pesanti della compagine societaria. Mincione è una vecchia conoscenza di Piazza Affari. Il suo primo investimento rilevante nelle [...]

Di |2018-02-28T08:38:08+00:0028/02/2018|Finanza|

LE CIFRE DEGLI ISTITUTI

Utili in crescita e bilanci più puliti Intesa Sanpaolo e Unicredit guidano la riscossa delle banche Camilla Cresci MILANO IN POCHI lo avrebbero detto ma il 2017 è stato un anno di forte ripresa per il settore bancario italiano. Se infatti l’attenzione dei mercati è rimasta concentrata sui focolai di crisi come Siena, Vicenza o Genova, complessivamente gli istituti di credito hanno riportato risultati economici incoraggianti. I numeri presentati la scorsa settimana attestano non solo il superamento della fase critica, ma anche una complessiva tenuta del sistema. Un discorso che vale soprattutto per i due big, Intesa Sanpaolo e Unicredit, [...]

Di |2018-10-02T09:24:48+00:0020/02/2018|Finanza|

LA STAGIONE DELLE FUSIONI

Dopo le nozze finita la luna di miele I salvataggi pesano sui primi bilanci Banco Bpm, un modello virtuoso Camilla Cresci MILANO A DIECI ANNI esatti dalle ultime fusioni, il 2017 ha segnatola ripresa del consolidamento bancario. Con la sola eccezione della fusione tra la Popolare di Milano e il Banco Popolare però, tutti i patti sono stati dei salvataggi in cui il cavaliere bianco si è fatto carico del risanamento della preda, scaricando buona parte dei costi sul sistema o direttamente sullo Stato. Così è stato per l’intervento di Ubi Banca su Banca Etruria, CariChieti e Banca Marche, tre [...]

Di |2018-10-02T09:24:49+00:0012/02/2018|Finanza|

L’INIZIO DELLA TEMPESTA PERFETTA

Lehman Brothers dieci anni dopo I lupi di Wall Street non perdono il vizio di scommettere sulle nostre vite di LUCA BOLOGNINI DICK FULD non ha paura di prendere un altro cazzotto in faccia. L’uomo che il 15 settembre di dieci anni fa ha guidato la Lehman Brothers al più grande fallimento della storia ha da qualche mese fatto il suo ritorno, sebbene un po’ in sordina, a Wall Street. L’ex presidente – che nel 2008, subito dopo aver annunciato la bancarotta, rimediò nella palestra aziendale un destro sul mento da un dipendente infuriato – la scorsa estate ha unito [...]

Di |2018-10-02T09:24:49+00:0012/02/2018|Finanza|

LE MOSSE DEL CREDITO

Le Popolari in mezzo al guado I dilemmi di Sondrio, Creval e Bari congelano le trasformazioni in spa Camilla Cresci MILANO SONO PASSATI tre anni da quando il governo Renzi ordinò alle banche popolari di trasformarsi in spa. Se i big del settore come Banco Bpm o Ubi Banca hanno ormai ampiamente metabolizzato il passaggio, gli istituti più piccoli vivono ancora una fase di incertezza. L’area di maggiore instabilità in questa fase sembra essere la Valtellina. Da un lato la Popolare di Sondrio ha rinviato sine die il cambio di governance, facendo leva sui buoni risultati di bilancio e sulla [...]

Di |2018-10-02T09:24:50+00:0031/01/2018|Finanza|

LE REGOLE D’INGAGGIO

Bruxelles non cede sui titoli tossici Banche e società rischiano di più dopo la direttiva sugli investimenti Camilla Cresci, MILANO IN QUESTO inizio anno nelle filiali bancarie di tutte Europa non si parla d’altro. L’entrata in vigore delle nuova direttiva sui mercati finanziari e sui servizi d’investimento, meglio nota come Mifid 2, è una rivoluzione destinata a cambiare in profondità il volto del settore. Basti pensare che, nel solo 2017, gli intermediari finanziari internazionali (banche, sgr e sim) hanno investito oltre due miliardi di euro per prepararsi al cambiamento. C’è però da scommettere che il conto possa salire, non solo [...]

Di |2018-10-02T09:24:50+00:0022/01/2018|Finanza|