RoboAdvisor e la May
una batosta annunciata
In Italia meglio puntare su Credem e Fineco

ROMA

L’ INTELLIGENZA Artificiale del RoboAdvisor SelfieWealth.com ha concesso il bis nel Regno Unito. Per tutta la settimana precedente il voto che ha decretato la sconfitta della premier Theresa May, il Robot ha tenuto un comportamento molto prudente rispetto alle elezioni nel Regno Unito, mantenendosi alla larga dalla finanza di sua Maestà. Mentre per il referendum dello scorso anno sulla Brexit l’algoritmo di Intelligenza Artificiale fece incetta di titoli targati UK, sovrappesando in tutti i portafogli gli strumenti finanziari quotati a Londra, stavolta il comportamento è stato diametralmente opposto: nessuno dei migliori RoboPortafogli della scorsa settimana è inglese, nessun titolo azionario inglese entra nella Top10 delle migliori allocazioni. Questo fatto a prima vista sembrerebbe quasi incongruente con le previsioni generali sul mercato Londinese che, con una prospettiva di 30 giorni, rimangono rialziste, mentre al contempo il Var dei titoli inglesi, e dunque la loro rischiosità, sembra continuare a diminuire. Dunque rischi che sembrano ridursi a fronte di previsioni potenzialmente buone. Eppure il Robot si astiene dal puntare sul Regno Unito e sulle aspettative di rialzo dell’indice FTSE di Londra, almeno in questa fase. Vedremo nei prossimi giorni se questo approccio prudenziale sarà indovinato e premiante, come fu premiante il puntare sui buoni riflessi finanziari della Brexit.

NELLO SCENARIO italiano il focus torna nuovamente sulle banche: il dato è che il RoboAdvisor stima un deterioramento del quadro relativo ai titoli azionari dei gruppi bancari italiani, con la previsione a breve termine che ritorna incerta, con la probabilità di rialzo del SelfieWealth Ita-Bank Index che scende al 50%. Andando nel dettaglio però si nota come le previsioni dei diversi istituti si siano divaricate, con un netto miglioramento per Credem e FinecoBank mentre sono peggiorate quelle di Ubi Banca, Banca Profilo e Finnat. Dal fronte della volatilità, è decisamente elevato il rischio associato a Banca Carige, già da tempo a dire il vero, mentre si è innalzato e portato a livelli elevati anche quello di Bper Banca. Credito Valtellinese infine è una banca per cui il Robot ha migliorato le previsioni a breve ma al contempo ne stima una volatilità, dunque rischio, in salita. Guardando poi al portafoglio ideale ricavato dai migliori RoboPortafogli, notiamo come sia incrementata la quota azionaria ottimale che si porta al 28%, mentre la parte Obbligazionaria è al 21%, quasi pari alla quota in Fondi Comuni che è al 22%; gli Etf si posizionano poi al 17%, mentre le operazioni in Futures su Indici e Commodities impegnano quasi il 12% del capitale. Questa è dunque l’asset Allocation Ottimale per il breve termine, come stimata dall’algoritmo di SelfieWealth. Se da un lato l’allocazione per tipo di investimento non riceve grandi scossoni, l’allocazione geografica è completamente stravolta: il mercato europeo al momento viene ridimensionato, sebbene continui il contesto di forza che la moneta unica persiste ad avere, oltre al fatto che il numero dei Paesi europei ed il loro ordine, è completamente diverso; Norvegia, Portogallo, Germania ed Italia sono i Paesi più presenti come peso nel portafoglio. Più forte di questo blocco di paesi è però la componente americana che, con Stati Uniti, Argentina, Canada e Brasile costituisce l’allocazione dominante in un portafoglio ideale.